Renzi vs Di Maio: il bue che dice cornuto all’asino?

Matteo Renzi proprio non ce la fa a non dire la sua sui social. Ed ecco che sul suo profilo Facebook compare questo post:

C’è un’immagine che adesso andrebbe recuperata: Di Maio che si affaccia dal balcone di Palazzo Chigi. E urla: “Ce l’abbiamo fatta, abbiamo abolito la povertà”. La tragedia di un uomo ridicolo. Nel giro di sei mesi hanno sfasciato i conti, abolito la crescita, bloccato la ripresa. Oggi, mogio mogio, lo stesso Di Maio non si affaccia nemmeno in sala stampa e cancella persino la TV.
Sua Maestà la Realtà fa irruzione nella storia del Governo del Cambiamento e mette a nudo la totale, impressionante, incompetenza dei populisti. Ciò che stanotte è chiaro agli addetti ai lavori sarà nei prossimi mesi chiaro anche a tutti i cittadini. Il tempo è galantuomo e si accinge a smascherare le loro bugie, una per una. Ci aspettano mesi difficili. Siamo fuori da tutti i tavoli internazionali, dalla Libia alla Brexit. Ci aumenteranno le tasse. Allacciamoci le cinture. Poi, come al solito, toccherà a noi rimediare ai loro danni. E ricostruire tra le loro macerie. Perché noi eravamo la crescita, loro sono la recessione.”

Vero è che sulla questione Def le uniche certezze sono il debito pubblico della nazione e la non crescita economica.

Quindi perché non puntare il dito contro quel giovane che, un po’ da sborone si è affacciato dal balcone?

Lascia un commento